la mente puo scegliere

La mente può scegliere

Condividi!
“Camminavo nel bosco sul piccolo sentiero che mi conduceva a casa, il buio della sera mi riempiva di inquietudine…”
 
Il buio ci fa sentire senza protezione, ci porta nelle nostre paure più antiche.
La paura confonde le idee, toglie energia, blocca il respiro, la paura non fa crescere, serve a difendersi dal pericolo imminente.
Impregna le ferite del passato e le alimenta, per riportarle nel futuro, senza via di fuga.
 
…”Non voltarti a guardare, la paura così non ti prenderà”
disse mia nonna che mi seguiva a pochi passi di distanza, la sua voce gioiosa si confondeva tra i rumori del bosco.
Stavamo tornando dal Rosario di maggio, non ho mai scordato quella frase, è stato allora che ho imparato che avrei potuto guardare solo ciò che mi serviva guardare, per non essere preda della sopravvivenza, ma per lasciarmi prendere dalla vita.
 
Vita è sperimentare per capire ciò che ci fa stare bene, Vita è scrivere ogni giorno una pagina nuova, dove il passato non colora più il foglio, dove il futuro non ha nessuna importanza, perché ad oggi sconosciuto.
 
È stata quella la prima volta che ho scelto per me, che ho sentito nel corpo sciogliersi la tensione, nei pensieri leggerezza, nei miei passi di bambina la trasformazione della paura in coraggio.
In quel momento ho sentito che la scelta era solo mia, mia la responsabilità, mia la forza di lasciarmi attraversare da questa emozione senza arrendermi, se non per poco.
Condividi!
Tags: No tags